NEWS

Ciclo di Workshop "GDPR: risposte, esempi e soluzioni" organizzati da Tüv Italia Akademie

GDPR, Risposte, esempi e soluzioni. È il claim dei workshop proposti da Tüv Italia Akademie che partiranno da novembre 2019 (Consulta i workshop in programma). Di questo hanno bisogno i Dpo e i Consulenti Privacy. La normativa è ormai conosciuta abbastanza da essere riconosciuta come impianto quadro, farcita con principi generali, qualche volta vaga e indefinita, troppo spesso incapace di dare certezze o rassicurazioni.

 

In questa cornice si colloca un nuovo modo di fare training, che parte da casi reali e non dalle disposizioni. Un nuovo modo di fare formazione facendo “gruppo”. Un nuovo modo di fare divulgazione, che trae origine dalle azioni di ogni giorno.

Stop alle tradizionali lezioni frontali, con il relatore talvolta cantilenante dietro una scrivania, lo sfondo mono o policromatico delle slides che si avvicendano troppo velocemente, dall’altra ascoltatori che prendono svogliatamente appunti e quarto d’ora finale per le domande, per poi concludere che nove decimi delle cose dette erano già note, dette e ridette in mille altri corsi e convegni.

È finita l’epoca dei partecipanti che non partecipano, dei formatori che non formano e nemmeno informano, dei corsi buoni solo per dare una scorsa alla parafrasi di articoli di legge.

Ora con il GDPR a regime ci vuole un po’ di più: ci vuole coraggio di esplorare risposte, voglia di sperimentare soluzioni a problemi pratici, ci vuole costruzione di collegamenti e relazioni tra le norme per risolvere questioni sollevate dal lavoro quotidiano, ci vuole possibilità di parlare con libertà e testare nuove prassi.

“GDPR Risposte Esempi Soluzioni” di Tüv Italia Akademie riunisce gli attori della privacy attorno a un tavolo e li fa dialogare, sotto la supervisione e la direzione di due coach-docenti.

Si inizia con l’illustrazione di documenti base da parte dei conducenti-docenti, i quali spiegano il perché di una clausola, le ragioni di un flusso di attività, il “come” di una istruzione operativa.

Si prosegue con l’intervento dei partecipanti disponibili alla condivisione, alla messa in discussione, alla sottolineatura di un dubbio, al racconto di un’esperienza. Sarebbe opportuno che tutti, proprio tutti, i partecipanti offrissero un’opinione, un aneddoto, un caso concreto, un modulo adottato.

La sessione in aula si chiude, apparentemente, con la tessitura di nuovi documenti, di nuove formule, di nuovi fac-simile. In realtà si crea un network di contatti per approfondimenti successivi. Oltre all’incontro in aula sono disponibili appuntamenti di follow up in cui tutte le persone che hanno partecipato possano incontrarsi, stavolta in rete, a distanza di tempo, per porre la domanda rimasta inespressa o il quesito che al momento non è emerso, per avere ancora la possibilità dialogare insieme e ricevere un feedback immediato in merito all’applicazione di quanto emerso in aula.

L’obiettivo è creare una prassi comune, che in quanto tale costruisce il diritto vivente, che ha bisogno di risposte esatte, esempi calzanti e soluzioni efficaci.

I due momenti (aula e successivo webinar) sono i tasselli della elaborazione di Risposte, della condivisione di Esempi, della formulazione di Soluzioni.

“Spesso mi viene chiesto”, dichiara Antonio Ciccia Messina, tra gli ideatori dell’iniziativa, “a che punto è la privacy? Rispondo sempre che è nelle mani di chi giorno per giorno lotta con le asprezze e la enigmaticità del GDPR e del Codice. Il nostro dovere è sciogliere il bandolo della matassa e gli operatori della privacy lo faranno presto e bene solo se hanno le occasioni per riunirsi e parlare insieme”.

I worshop sono rivolti a DPO e privacy manager, in generale a professionisti e funzioni aziendali che rivestono ruoli o incarichi in aziende private e pubbliche. Ai partecipanti verrà rilasciato un Attestato di Frequenza con evidenza dei crediti rilasciati per l'aggiornamento richiesto dallo schema di certificazione delle competenze di TÜV per la figura di Privacy Officer e Consulente della Privacy

Note sull'autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.it 

Prev Data Governance e Cyber Security nella Pubblica Amministrazione, convegno ad Anacapri con il patrocinio di Federprivacy
Next Certificazione di Consulente Privacy nel settore Videosorveglianza, a febbraio il corso a Bologna

Privacy Day Forum 2018, il trailer dell'evento

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo