NEWS

Con la Brexit banche dati dell’Uk a rischio

Nonostante le rassicurazioni del Regno Unito, la Brexit potrebbe impattare anche sul trattamento dei dati personali dei cittadini dell’Unione. Il problema riguarda le banche dati ad accesso riservato con sede legale proprio nel Regno Unito, come World-Check, che raccolgono informazioni personali massive per diverse finalità. A rivolgersi alle piattaforme di questo tipo in genere sono banche, imprese, assicurazioni, enti interessati ad una profilazione completa ad uso finanziario, per le quali fa la differenza conoscere eventuali precedenti penali, notizie negative o reputazionali in genere che riguardano il soggetto attenzionato. I dati raccolti sono vari e i motori di ricerca interni sono in grado di tracciare e archiviare su

Note sull'autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.it 

Prev Le imprese digitali devono attrezzarsi per eseguire i testamenti digitali
Next La profilazione richiede tutele rafforzate

Canale 50, Federprivacy al CNR con il Prof.Alessandro Acquisti

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali