NEWS

Usa: Google offre 5 dollari per fotografare il volto dei passanti

Pare che Google stia ricorrendo a metodi discutibili per migliorare e allenare rapidamente i suoi algoritmi di riconoscimento facciale. Secondo quanto riportato da ZDNet, infatti, è emerso che alcuni dipendenti Google stiano girando per le strade di New York con l'intento di analizzare il volto dei passanti che accettano volontariamente di partecipare all'iniziativa.

Tutto ciò che viene richiesto è di farsi inquadrare da un dispositivo sconosciuto - pare che si tratti di uno dei nuovi Pixel o di un suo prototipo - e lasciare che questo analizzi i dati del volto da diverse angolazioni.

In cambio di queste informazioni preziose si viene ricompensati con una gift card da 5 dollari, spendibile su Amazon o da Starbucks. Nell'esperienza raccontata da ZDNet è emerso che i dipendenti Google coinvolti menzionano esplicitamente il bisogno di migliorare l'algoritmo di riconoscimento facciale di un nuovo telefono e confermano l'esistenza di vari gruppi che operano anche in altre città degli Stati Uniti.

Insomma, sembra che Google abbia dispiegato un discreto numero di forze, con l'intento di comprare i dati del volto dei passanti per appena 5 dollari. Non vi è infatti alcuna garanzia riguardo l'utilizzo che farà in futuro Google di queste informazioni personali e preziose, ma sembra che alle persone ciò non importi più di tanto e che 5 dollari sia un prezzo adeguato per cederli senza troppe preoccupazioni.

Fonte: ZDNet

Note sull'autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.it 

Prev Olanda, multa da 460mila euro ad un ospedale per violazione del Gdpr
Next Bulgaria: hacker diffondono i dati personali di milioni di persone

Umberto Rapetto: più tutelati con Gdpr ma non bisogna abbassare la guardia

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo