NEWS

Cina, riconoscimento facciale obbligatorio per stipulare un contratto di telefonia mobile

Cina, riconoscimento facciale obbligatorio per stipulare un contratto di telefonia mobile

Per aprire un contratto di telefono mobile da oggi in Cina non basta più presentare la propria carta d’identità, è obbligatorio anche sottoporsi al riconoscimento facciale, fornendo alle aziende di telefonia la scansione del proprio viso. Il ministero dell’industria e tecnologia ha spiegato in una nota che gli operatori telecom debbono utilizzare programmi di intelligenza artificiale per verificare l’identità dei nuovi utenti. In Cina lo smartphone è la porta d’accesso a Internet.

Usa, proposta di un Gdpr a stelle e strisce

Usa, proposta di un Gdpr a stelle e strisce

Un’agenzia federale per la privacy. Centrata su regole-fotocopia del Gdpr europeo, e con valore per tutti gli Stati. Lo prevede la storica proposta di legge lanciata da Anna Eshoo e Zoe Lofgren (partito democratico), membri della Camera dei rappresentanti della Silicon Valley, California. L’agenzia ha già un nome: Digital Privacy Agency (Dpa).

Romania, sanzionata la Raiffeisen Bank per violazione del Gdpr

Romania, sanzionata la Raiffeisen Bank per violazione del Gdpr

Il Garante per la privacy rumeno (Autoritatea Naţională de Supraveghere a Prelucrării Datelor cu Caracter Personal) ha sanzionato la Raiffeisen Bank e la piattaforma di credito online "Vreau Credit" per un importo totale di 170.000 euro, di cui 150.000 euro a carico di Raiffeisen, per una serie di violazioni della riservatezza dei dati.

Usa: violati i dati personali di quasi cinque milioni di utenti di un sito di food delivery

Usa: violati i dati personali di quasi cinque milioni di utenti di un sito di food delivery

Con un post sul proprio blog, giovedì scorso la società americana di food delivery DoorDash ha dichiarato che i dati personali di 4,9 milioni di clienti, addetti alle consegne, e commercianti, sono stati violati dagli hacker.

Germania e Francia ora vogliono controllare tutti i propri dati

Germania e Francia ora vogliono controllare tutti i propri dati

Un accordo firmato il 19 settembre per un piano comune sull’intelligenza artificiale applicata a manifattura e produzione industriale e l’idea di mettere in piedi un infrastruttura cloud indipendente dai servizi forniti dai giganti del web americani. Germania e Francia guardano al futuro e scendono in guerra per il controllo dei propri dati.

Polonia, società di e-commerce subisce furto di dati di 2 milioni di utenti e riceve multa da 660mila euro

Polonia, società di e-commerce subisce furto di dati di 2 milioni di utenti e riceve multa da 660mila euro

Il Garante per la privacy polacco (UODO) ha inflitto una multa per un importo corrispondente a circa 660mila euro alla società Morele.net, perchè quest'ultima non aveva adottato misure organizzative e tecniche adeguate al rischio connesso al trattamento dei dati personali di oltre due milioni di utenti.

Domenico Laforenza, presidente del CNR di Pisa, al 7° Privacy Day Forum

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo