NEWS

Usa: Facebook sotto inchiesta penale per cessione dati: rischio multa miliardaria

Facebook è sotto inchiesta penale negli Stati Uniti per gli accordi sulla cessione dei dati degli utenti ad alcune tra le più importanti società tecnologiche, compresi due produttori di smartphone e altri device. Lo scrive il New York Times, segnalando che grazie a queste intese strette con Facebook, i due produttori di telefonini avrebbero avuto accesso alle informazioni personali di milioni di utenti del social media.

"Stiamo cooperando con le indagini e prendiamo queste inchieste molto sul serio", ha detto in una nota al Nyt un portavoce di Facebook. "Abbiamo concesso audizioni pubbliche, risposto a domande - ha aggiunto - e ci siamo impegnati a continuare a farlo".

La società di Mark Zuckerberg si sarebbe progressivamente sfilata da questi accordi sui dati negli ultimi due anni, sotto la pressione degli scandali per la violazione dei profili. Su Facebook stanno indagando la Federal Trade Commission (Ftc) e la Security Exchange Commission (Sec) oltre alla della divisione frodi del dipartimento di Giustizia Usa per lo scandalo di Cambridge Analytica che ha utilizzato le informazioni di 87 milioni di utenti per favorire l'elezione di Donald Trump alla presidenza.

Sempre secondo anticipazioni di stampa, la Ftc starebbe valutando una multa miliardaria a Facebook per la violazione della privacy.

Fonte: Repubblica

Note sull'autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.it 

Prev Usa, hacker violano la privacy di 4,5 milioni di pazienti
Next Usa: data breach, dati personali di 1,3 milioni di studenti esposti ad accessi inautorizzati

GDPR Pierluigi Perri al Workshop Federprivacy

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali