NEWS

Germania, hackerati i dati di centinaia di politici

I dati sensibili di centinaia di deputati tedeschi sono stati hackerati e pubblicati su Twitter in un cyberattacco di massa. Il blitz ha riguardato tutti i partiti rappresentati nel Bundestag (Cdu, Csu, Spd Verdi, Fdp e Linke), con un’unica eccezione: Alternative für Deutschland, la sigla di destra populista che ha varcato per la prima volta nel 2017 le soglie del parlamento.

Lo riportano i media locali, riprendendo una notizia lanciata dall’emittente radiofonica Rbb. Secondo quanto si apprende da una nota dell’emittente, sarebbero stati pubblicati numeri di cellulari, dati di carte d’identità, chat, lettere, conti e informazioni di carte di credito. La Rbb precisa che non dovrebbero essere emersi «documenti esplosivi», anche se il danno complessivo resta di tutto riguardo.

I dati pubblicati come calendario dell’avvento - I leader dei vari partiti stanno cercando di calcolare le conseguenze dell’accaduto, mentre si sta cercando di risalire a motivazioni dell’attacco e identità del (o degli) hacker. Finora è noto solo che l’account, forte di oltre 17mila follower, appartiene a una piattaforma online con sede ad Amburgo.

I dati sono stati pubblicati online giorno per giorno prima di Natale, in una sorta di «calendario dell’avvento» che ha scoperchiato informazioni e comunicazioni riguardanti soprattutto (ma non solo) parlamentari. Tra le vittime esterne alla politica c’è anche l’attore Til Schweiger, noto al grande pubblico per aver recitato in «Bastardi senza gloria» di Quentin Tarantino. Quello che sorprende, notano i media tedeschi, è che nessuno si sia accorto della fuga di informazioni fino alla serata del 3 gennaio, quando la notizia è iniziata a circolare. L’ultimo tweet risale al 28 dicembre.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Note sull'autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.it 

Prev Germania: assistenti vocali, Amazon invia 1700 conversazioni di Alexa all’utente sbagliato
Next Gran Bretagna e Paesi Bassi: Uber, multa da 1 milione di euro per violazione della privacy

Le novità del Regolamento UE 2016/679: il Data Protection Officer

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali