NEWS

Attacco hacker a Instagram: "Migliaia di account violati"

Un vero e proprio attacco hacker, che ha coinvolto centinaia, se non migliaia, di account Instagram. Gli utenti, infatti, si sono ritrovati all'improvviso disconnessi e non sono riusciti ad accedere di nuovo. Poteva sembrare un malfunzionamento dei server del social network, ma gli sviluppatori hanno precisato che tutto funziona regolarmente e quindi gli account interessati sono stati violati.

L'attacco, che potrebbe essere opera di hacker russi, riguarda un numero marginale di account rispetto al miliardo di utenti attivi che può vantare Instagram. Gli account violati si sono visti cambiare l'e-mail e il numero di telefono associati, rendendo pressoché impossibile il recupero da parte degli utenti.

Per questo motivo, in molti hanno chiesto aiuto su altri social, da Twitter a Reddit. Non è la prima volta che hacker provenienti dall'Europa orientale si impossessano di account di Instagram, che a quanto pare, tra i vari social network, è un vero e proprio obiettivo sensibile.

Gli sviluppatori di Instagram, dal canto loro, si sono limitati a suggerire consigli per proteggere gli account: usare password sicure e difficile da essere 'intercettate', sia per quanto riguarda l'account di Instagram che per l'indirizzo di posta elettronica associato, a cui vengono inviate le notifiche per poter cambiare i dati dell'account. Oltre alla password, è consigliabile anche scegliere un nome utente lungo e con caratteri alfanumerici: quelli più brevi e semplici, infatti, sono quelli più soggetti a tentativi di accesso.

Nella maggior parte dei casi, gli account di Instagram, in questi ultimi anni, sono stati violati per poi essere rivenduti al miglior offerente.

Fonte: Il Mattino

Note sull'autore

Federprivacy Federprivacy

Federprivacy è la principale associazione di riferimento in Italia dei professionisti della privacy e della protezione dei dati personali, iscritta presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 4/2013. Email: urp@federprivacy.it 

Prev Arriva al traguardo il decreto di coordinamento al Gdpr. Previsti otto mesi di "tregua"
Next Sentenza Tar: il DPO è profilo giuridico e la certificazione di Lead Auditor non costituisce titolo abilitante

7° Privacy Day Forum: intervista a Fabiano Lazzarini

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Rimani aggiornato gratuitamente con la nostra newsletter settimanale
captcha 
Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali